Titoli Nobiliari

Cosa sono i Titoli Nobiliari

Jean-Pierre Labatut definiva la Nobiltà “una qualità eminente che solo alcuni uomini possiedono.

Partendo da questa asserzione possiamo dire che…

Il Titolo Nobiliare è una specifica qualifica che viene attribuita ad un soggetto meritevole, in base alla sua funzione nella società o per particolari capacità, di un particolare riconoscimento.


I Titoli Nobiliari secondo l’ultimo Ordinamento dello Stato Nobiliare Italiano

I Titoli Nobiliari sono indicati all’art. 3 del R.D. 7 giugno 1943 n. 651:

«Sono concessi dal Sovrano i titoli di Principe, Duca, Marchese, Conte, Visconte, Barone e Nobile. Sono riconosciuti, oltre a quelli sopracitati, se derivano da antiche concessioni, anche i titoli di Signore, Cavaliere Ereditario, Patrizio e Nobile di determinate città. Il titolo di Nobile è comune agli insigniti di ogni altro titolo».


Elenco di Titoli Nobiliari

Principe

Si può sostenere che è il più prestigioso e ambito titolo nobiliare.

Inizialmente indicava una qualifica Princeps, cioè il primo grado dei Milites. Solo successivamente da qualifica passò a Titolo Nobiliare. È un Titolo che i Sovrani trasmettevano ai primogeniti successori al trono e ai grandissimi feudatari. Tuttora esistono prestigiosi Principati.

Marchese

Il marchese, in origine, era titolare di una Provincia di confine dell’Impero (una marca). Con la frammentazione delle marche, fra gli eredi si formarono alcuni secoli dopo i marchesati. I marchesi godettero di una considerazione superiore a quella degli altri feudatari territoriali come i conti che consentì loro di ottenere una discreta autonomia amministrativa e giurisdizionale, una certa indipendenza anche rispetto allo stesso Imperatore.

Visconte

Titolo più frequente in Francia e Inghilterra che in Italia. Il visconte era il sostituto del Conte.

Duca

È l’erede di dux del tardo impero romano e individuava il detentore del potere militare in una o più Province. Nel Medioevo passò a indicare colui che deteneva poteri militari e civili in una circoscrizione territoriale detta ducato che era sia autonoma che subordinata a un sovrano. Dal termine deriva il veneziano “doge”.

Conte

Il titolo deriva dal latino “comes” che letteralmente significa “compagno”. Nell’Antica Roma era il nome ufficiale usato dagli accompagnatori di alcuni magistrati. Il Conte successivamente venne ad avere una giurisdizione territoriale chiamata Contea.

Vi erano anche i “comites palatini”, cioè i “conti di palazzo”, detti poi Conti Palatini. Essi prestavano servizio alla corte e alle dirette dipendenze del sovrano.

Barone

In Italia Meridionale il titolo di Barone ebbe sempre grande importanza politica ed era un vero e proprio feudatario, mentre nell’Italia del Nord, il titolo individuava il Signore di un feudo.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
error: Il contenuto è protetto.